Immagine Articolo Trasparente

Se vuoi cambiare veramente, c’è solo un modo per farlo

L’inizio di un abitudine è come un filo invisibile, ma ogni volta che ripetiamo l’azione rinforziamo quel filo, vi aggiungiamo un altro filamento, finché esso non diventa una grossa fune che ci lega definitivamente.”  Orion Swett Marden

La prima convinzione che dobbiamo acquisire, se intendiamo cambiare veramente qualcosa nella nostra vita, è che dobbiamo cambiare subito. Se da un lato vogliamo cambiare in fretta, dall’altro il nostro retaggio culturale ci ha trasmesso che cambiare in fretta potrebbe significare non avere in realtà alcun problema; diversamente sarebbe impossibile pensare di cambiare velocemente. Se fosse così semplice, saremmo tutti esemplari! Non è così? Eppure, se ci pensiamo bene, è proprio in un momento preciso che avviene il cambiamento. Quando diciamo a noi stessi: “Ne ho abbastanza di vedermi così, adesso vado da uno specialista e mi metto a dieta”; oppure: “Adesso basta, non mi faccio più trattare così, da oggi si cambia registro.” É in queste affermazioni che avviene il cambiamento, che ci conduce alla seconda credenza che dobbiamo avere, ovvero : qualcosa deve cambiare, io devo cambiarla, io posso cambiarla. Ma cosa succede concretamente quando si innesca il meccanismo del cambiamento rapido? Ciò che induce chiunque a cambiare è l’associazione della sensazione immediata e insopportabile di dolore riguardo al comportamento o alla situazione, e immediate sensazioni di gioia rispetto a uno nuovo. Ognuno di noi prova emozioni come la frustrazione, la rabbia, la tristezza e cerca strategie per uscirne o alleviare il dolore. Ecco i passi determinanti per il tuo cambiamento:

  • Decidi che cosa vuoi realmente e cosa  ti impedisce di averlo ora. Ciò che ti impedisce di operare il cambiamento è il fatto che associ più dolore all’idea di cambiare che a quella di restare come sei.
  • Usa la forza della leva: associa forte dolore all’idea di non cambiare “ora” e grande piacere all’esperienza di cambiare “ora”. Cambiare non è una questione di capacità, ma di motivazione. La leva più potente che hai è il dolore che viene da dentro, non dall’esterno.
  • Interrompi il comportamento limitativo. Per ottenere qualcosa di diverso devi essere disposto a fare cose diverse. Talvolta si desidera un cambiamento perché un comportamento o uno schema emozionale comporta sofferenza. Talaltre si può anche ritenere di trarre beneficio proprio da quella stessa situazione che provoca sofferenza. La chiave per interrompere un comportamento limitativo è farlo nel momento stesso in cui stai agendo. Subito.
  • Crea una nuova alternativa potenziante. Fondamentale per stabilire un cambiamento a lungo termine! La causa principale per cui i tentativi di cambiamento falliscono risiede nella spiegazione che molti non riescono a trovare una via alternativa per uscire dal dolore ed entrare nei sentimenti di piacere. Avrai quindi bisogno di riempire il vuoto con una nuova serie di scelte che  diano le stesse sensazioni piacevoli, senza gli effetti collaterali negativi. Quando decidi di smettere di fumare devi trovare un nuovo modo, o più di uno, per rimpiazzare tutte le sensazioni piacevoli che ti procurava la vecchia abitudine.
  • Condiziona il nuovo modulo finché non diventa costante. Il modo più semplice per condizionare qualcosa è provarlo e riprovarlo finché si stabilisce una via neurologica.
    Il passo successivo è stabilire un programma per rinforzare il tuo nuovo comportamento. Cosa devi fare per riuscirci?
    Non aspettare di aver smesso di fumare da un anno.
    Quando avrai superato un giorno senza il fumo,  concediti subito una ricompensa.
    In questo modo il tuo sistema nervoso impara a connettere un grande piacere al cambiamento.
  • Mettilo alla prova. Immaginando, per esempio, la situazione che una volta ti frustrava; osserva se effettivamente ti senti ancora frustrato o se invece il tuo nuovo modo di sentirti attratto ha sostituito il vecchio.

Non c’è niente che l’educazione non possa fare. Niente è impossibile. Può trasformare la cattiveria morale in buona; può distruggere i cattivi principi e crearne di buoni; può innalzare gli uomini alla condizione di angeli.”

change g40a7f63b9 640

Fissa il tuo primo colloquio gratuito!

La prima sessione della durata di 30 minuti è GRATUITA. Sarà utile per fare conoscenza e concordare gli obiettivi.

Torna su